Il terrore della bassa

kowalski

Di solito sono felice di saltare su una moto per farci un giretto, ma questa e’ un’altra cosa.

E’ li che mi aspetta, minacciosa e gialla.
Tocca di provarla se va bene.
La tiro giu’ dal ponte.
CBR 954, PCIII, KN, completo Arrow titanio , kit DID 520 corsa + 2 denti.

Fa caldo.
Tanto in strada piu’ di tot non puoi andare…faccio una sparata e torno.
Parto.
Prima seconda terza…
Fino a 5000 e’ addirittura user friendly, non fosse per la posizione impiccata sarebbe quasi bella da guidare.

Esco di seconda da una rotonda, Temp 85 gradi. Strada libera, non ci sono nemici.
Giro la manopola della giostra.
Il mostro si sveglia e ulula sotto il mio culo.
La roba si fa seria.
Spingere sulle pedane e peso tutto avanti.
A 12000 metto la terza senza pensarci, l’avantreno si alleggerisce, vado avanti, butto un’occhio al digitale… vedere un 228…capire che tutto cio non ha senso.

L’utenza normale della strada mi rallenta l’andatura, mi concedo solo qualche improbabile sorpasso a 6/7 macchine alla volta.
E apro.
E piu’ apro , piu’ mi piace.
Il sibilo rauco di aspirazione, il rombo belluino dello scarico libero.
Sono un’onda anomala sulla statale in un pomeriggio infuocato di luce.
Sono una mandria di cavalli inferociti.
Sono il demone della velocita’.
Sono il terrore della bassa.

Sono il terrone della bassa.


Leave a Reply

 

This blog is kept spam free by WP-SpamFree.