Lonely Rider

bobo blaster

Con che cosa “prendere il largo” è poco importante, può essere una moto, un’auto, una barca o un aereoplano, basta farlo da soli.
Solamente viaggiando in solitario si possono gustare delle sensazioni uniche, profonde, lunghe, di quelle che arrivano direttamente al cuore, di quelle che ti fanno venire la pelle d’oca e gli occhi lucidi.
Sono sensazioni raramente condivisibili e proprio per questo straordinarie, perché fanno parte del tuo vissuto più intimo e segreto, storie che hanno lasciato un segno indelebile nella tua mente,anche senza rendersene conto, storie che ti hanno fatto maturare, soffrire, gioire, piangere.
Sono momenti che anche dopo tanto tempo,hanno la capacità di scuoterti come la prima volta, non c’è bisogno di sforzarsi nei ricordi per farli riemergere, essi si fanno spazio nella mente quando si è soli con se stessi, basta un profumo, un suono, un colore, una situazione particolare ed ecco che d’improvviso, una sorta di dejà vu fa riaffiorare uno di questi momenti e, per qualche secondo, li riesci a rivivere fin nei minimi particolari con tutti i cinque sensi.
Per ritrovarli non c’è spazio per gli altri, si deve essere soli altrimenti non si formerebbe quel vortice di energia misteriosa che permette alla mente di trasformare un semplice ricordo in una sensazione reale, capace di ingannare il tempo e lo spazio.
Ecco, li riconosci i tipi così, stanno in disparte da soli con i loro pensieri, guardano come se non vedessero, sentono come se non sentissero, si muovono con estrema calma e disinvoltura in ogni situazione, i loro volti non più giovani non lasciano affiorare nessuna emozione,non pensano al futuro, ne hanno visto troppo.
arrivano e ripartono senza che nessuno se ne renda conto, non si sa da quanto erano lì e da quanto se ne siano andati, ma il loro sguardo oltre le cose, rimarrà impresso.

3367012921_89d13855d4

immag0117


Leave a Reply

 

This blog is kept spam free by WP-SpamFree.